Il colore verde nella decorazione d’interni

i verdi nella decorazione d'interni

Come sappiamo quest’anno il colore prescelto da Pantone è il Greenery, il verde del risveglio primaverile, dell’erba e le gemme appena spuntate. Ma ci sono moltissime altre sfumature di verde da cui possiamo prendere spunto per la decorazione dei nostri ambienti. Il verde del resto è il colore più presente in natura e nell’architettura e l’arredamento d’interni ha proprietà riposanti e rinfrescanti. Un consiglio che vi diamo, nel caso sceglieste il verde come colore principale delle vostre stanze, è di non scegliere un’unica tonalità piatta, ma di mischiare e abbinarne le varie tonalità insieme, o di accostarlo a tinte e dettagli dei colori complementari, quindi delle sfumature del rosso, o infine di abbinarlo alle tinte neutre. In questo modo otterrete un effetto più equilibrato e armonioso.

 

il colore verde-blu nella decorazione d'interni

Il verde-blu è sicuramente la gamma cromatica con più sfumature. Veniva molto usato anche anticamente soprattutto nei paesi mediorientali perché ricordava al tempo stesso il cielo e l’acqua, il bene più prezioso che doveva essere trasportato dal mare nel deserto. Le sue sfumature si abbinano molto bene con le tonalità del rosso, dell’arancio e del giallo ocra. La versione più brillante del verde-blu, quella che viene chiamata turchese, si abbina in particolare alle tonalità più rossicce del legno e alla terracotta. Insieme ai toni caldi tendenti al rosso, insomma, accende con decisione qualsiasi stanza.

 

giallo-verde colore nella decorazione interni

Le tonalità del giallo-verde sono più delicate e luminose e richiamano alla mente il colore delle foglioline spuntate dalle gemme appena schiuse. Possiamo dire che come gradazione cromatica è la più semplice da abbinare perché ravviva gli ambienti in cui viene inserita con freschezza e discrezione, non avendo l’intensità dei rossi e degli arancio. L’atmosfera risulta quindi delicata e primaverile.

 

verde brillante colore nella decorazione interni

Della gamma del verde brillante fanno parte le tonalità intense dei verdi smeraldo, delle mele o dell’erba appena spuntata.Una curiosità storica riguardo al verde brillante è che nell’età d’oro di questa tonalità, Napoleone emanò un decreto in cui ne stabiliva le caratteristiche e la composizione e ne fece il colore principe dei suoi appartamenti, abbinandolo al bianco e all’oro. Ed infatti è proprio accanto all’oro, ai gialli brillanti e agli ocra più intensi che il colore risalta particolarmente.

 

verde oliva colore nella decorazione interni

Il verde oliva è il colore delle olive non ancora raccolte: scuro e denso, è la tonalità più spenta del giallo-verde. Il colore risalta moltissimo accanto al suo complementare, il rosso scarlatto, e al rosso veneziano, al rosso indiano e al rosso chiaro. Si sposa inoltre perfettamente alle tonalità fredde del giallo chiaro, mentre con l’oro riceve vita, riflessi e movimento.

 

verde scuro colore nella decorazione interni

Il colore verde scuro è la gamma cromatica di cui fanno parte i verdi cupi definiti comunemente verde bottiglia e verde bosco e sono i colori che in natura troviamo nell’agrifoglio, nell’edera e negli abeti. Se il verde scuro viene utilizzato per dipingere le pareti o comunque è presente in maniera abbondante nella stanza, è buona regola illuminare bene le pareti per evitare che il colore risulti così scuro da apparire nero. Il verde scuro risalta particolarmente accanto al rosso-arancio, al rosa-marrone, al giallo scuro e chiaro e all’azzurro brillante.

 

Related Posts

Leave a Reply